Pastore per passione

Qualche settimana fa, per farmi un idea dello stato dei terreni che circondano Piazzo, stavo provando con Martino a ripercorrere un sentiero che collega Lauriano a Piazzo, lo stesso sentiero che per tanti anni, prima che arrivassero le auto e la provinciale, era percorso tutti i giorni dal postino delle due comunità. Rimane poco di quel sentiero, e quel poco  in giorni di pioggia, in questa stagione soprattutto, diventa il letto di un rivo…

Il sentiero si perde ad un certo punto in mezzo a rovi, e non è più percorribile. Tentando comunque di risalire su verso il Piazzo Martino mi ha fatto notare un piccolo gregge di capre, e delle galline che beccavano liberamente appena vicino ai boschi che circondano la Giustizia. Ci avevano parlato di questo pastore con un piccolo gregge, ma non avevamo ancora avuto l’opportunità di conoscerlo. Appena qualche giorno dopo l’occasione è arrivata. Domenico ha un piccolo gregge di 20 capre che gestisce assieme all’aiuto di suo figlio.

2014-03-05 16.46.40Viene da una realtà contadina che, lasciata l’Italia negli anni delle grandi emigrazioni, ha tentato faticosamente di costruirsi un futuro in Canada, dove è nato. Tornato in Italia con i suoi genitori ha sempre avuto la passione per la pastorizia, ma i suoi genitori allarmati che dopo tanti sforzi finisse per fare “solo” il pastore lo spingono a studiare. Si ritrova in Piemonte, dove compie gli studi universitari in una Torino in pieno sviluppo industriale, dove c’era poco modo di tenere un gregge di capre… Poi si laurea in ingegneria ed inizia ad insegnare, attività che porta avanti tuttora. Si è trasferito in questa zona da appena sei o sette anni, per amore della natura e pre riprendere finalmente a coltivare la sua passione per le capre.

La sua esperienza dimostra alla comunità di Piazzo che un piccolo gregge di capre può svolgere un servizio molto utile nella manutenzione dei terreni meno appetibili per le colture. Con il suo piccolo gregge Domenico si è spinto a ripulire i sottoboschi di zone boschive abbandonate, agendo con tatto, d’accordo e di concerto con i proprietari delle zone interessate. Il risultato è sotto gli occhi di tutti coloro che vogliano osservarlo: il bosco dove pascolano le capre  di Domenico è pulito e manutenuto.

Che possa essere un esempio virtuoso di piccola attività produttiva in grado di generare un reddito minimo per qualcuno? Che possa essere una delle azioni da intraprendere e incentivare per la manutenzione e pulizia dei terreni più impervi e ostili alle colture?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...